MISSION
La Congregazione affonda le sue radici nella grande famiglia domenicana,il cui carisma ereditato da San Domenico di Guzman è:

  • l’amore per la verità rivelata,
  • l’apertura alla missione universale,
  • l’impegno ad incarnare e testimoniare nella propria vita un atteggiamento di servizio a favore dell’ integrità della vita cristiana,
  • l’esigenza della formazione attraverso lo studio continuo,
  • l’attenzione alle esigenze dei tempi per aprirsi a tutto quanto possa favorire la comunicazione con l’altro e la collaborazione per creare condizioni di vita basate sulla giustizia, la predicazione profetica, attenta ai poveri, ricca di compassione, che faccia del cristiano una persona in ascolto preparata con uno studio serio.


Eredi di questa grande e nobile tradizione, la nostra scuola in modo più specifico propone itinerari di educazione alla fede, promuovendo:

  • la conoscenza del messaggio cristiano nel rispetto della libertà e della gradualità del cammino di ciascuno;
  • l’apertura al reciproco confronto nella pratica di un dialogo autentico, imparando assieme a trarre profitto dalle reciproche diversità;
  • l’acquisizione di un preciso stile di vita che valorizzi i principi morali e sociali per la realizzazione di una convivenza pacifica, solidale e fraterna.

Il Progetto Educativo d’Istituto

è lo strumento che:

  • definisce la sua identità in quanto scuola cattolica;
  • presenta i contenuti-valori che essa trasmette;
  • precisa le finalità educative, gli obiettivi e la metodologia didattica;
  • delinea la sua organizzazione e il suo funzionamento.

L’ Istituto San Sisto Vecchio è un’ istituzione educativo-scolastica cattolica e in quanto tale si ispira

  • ai valori della fede cristiana,
  • al Magistero della Chiesa,
  • alla tradizione pedagogica della Congregazione,
  • nonché alle norme generali della Costituzione Italiana (art. 9, 30, 33, 34) inerenti all’ istruzione,
  • al Regolamento sull’Autonomia delle Istituzioni Scolastiche, al fine di realizzare una sintesi tra fede e cultura, fede e vita, cultura e vita.

La nostra scuola intende così:

  • offrire una formazione cristiana basata sui valori evangelici in modo che gli studenti possano acquisire convinzioni, virtù, atteggiamenti emotivi e mentali che li rendano consapevoli della dignità di ogni persona, dei doveri nei confronti di Dio, di se stessi e del prossimo;
  • trasmettere, nel contesto dell’attuale cultura tecnico-scientifica, non solo saperi, ma anche valori comuni, nella consapevolezza che lo sviluppo delle conoscenze, competenze e capacità è finalizzato a far crescere in umanità;
  • offrire un servizio a vantaggio degli strati più deboli, consistenti in una formazione culturale e professionale di base in modo da assicurare ai diversi soggetti parità di promozione umana in ambito familiare, professionale, sociale e civile;
  • educare nella verità, libertà, amore, nel rispetto dell’appartenenza etnica,religiosa e sociale.


FINALITÀ EDUCATIVE

Personalizzazione in quanto accompagna l’alunno :

  • nella presa di coscienza della propria dignità di persona, perché si senta protagonista del proprio successo educativo,
  • nella crescita della fiducia in sé e nella vita, in un graduale e progressivo cammino di autonomia,
  • nella socializzazione, dando vita ad un ambiente comunitario scolastico permeato dello spirito di fraternità, in modo tale che i giovani stabiliscano fra di loro relazioni positive, liberi da pregiudizi nei confronti dei soggetti appartenenti a culture e religioni diverse e contrari a forme di razzismo e intolleranza.

EDUCAZIONE ALLA MEMORIA STORICA E APERTURA AL FUTURO

La nostra scuola nel rispetto della tradizione, frutto del lavoro umano attraverso i secoli, si fa trasmettitrice della cultura del passato, pur essendo aperta al futuro e al passo con i tempi.

In questo senso intende aiutare gli alunni:

  • a prendere coscienza del cammino dell’uomo nel tempo di quelle memorie che non possono essere dimenticate per il loro notevole contributo alla formazione di una fisionomia culturale e spirituale autentica, che forma l’uomo;
  • all’apertura con gli altri uomini con l’intento di confrontarsi sul piano della ricerca del vero e del bene comune;
  • a coltivare i valori per costruire una società veramente libera basata sul rispetto dei diritti inalienabili di ogni uomo;
  • a guardare con speranza il futuro e a progettare con responsabilità iniziative di collaborazione e di partecipazione attiva in modo che nella loro attuazione interagiscano fra loro diverse componenti.

EDUCAZIONE AL GIUDIZIO CRITICO

I docenti contribuiranno efficacemente allo sviluppo delle capacità critiche degli alunni, in modo tale che possano fare scelte libere e responsabili. Ciò comporta:

  • riconoscere con responsabilità i propri limiti per poter esplorare e conoscere, discernere e valutare;
  • analizzare i contenuti proposti criticamente e condividere con gli altri le proprie opinioni;
  • approfondire l’indagine e l’elaborazione della cultura sulla base dell’interesse e della volontà di partecipazione, poiché la conoscenza non è scoperta del singolo, ma punto d’arrivo di un pluralismo culturale.